Impresa di pulizie

Quale software scegliere per la tua impresa di pulizie?

software impresa pulizie

Quale software per l’impresa di pulizie scegliere: la guida

5 domande da farsi (e da fare) quando si sta valutando l’adozione di un sistema gestionale per la propria impresa di pulizie

Quando si sta valutando l’adozione di un nuovo sistema gestionale per la propria società di pulizie (perché magari si è appena costituita o perché si sta effettuando una riorganizzazione) è inevitabile farsi diverse domande, in particolare: quale software è per la tua impresa di pulizie scegliere?

Quali sono le domande giuste da farsi e da porre al potenziale fornitore che ci troviamo davanti in demo? Abbiamo provato a stilare una guida molto minimal ma allo stesso tempo efficace: 8 domande da farsi quando si sta valutando l’adozione di un sistema gestionale per la propria impresa di pulizie.

Mini guida: quale software per la propria impresa di pulizie

  • Hai bisogno di un nuovo sistema gestionale ERP?

La risposta è dipende. Da cosa? Dipende se hai già un sistema gestionale (vedi punto 2) o se non lo hai. Se la tua società sta per essere costituita, oppure sta affrontando una fusione o un grosso ampliamento, è consigliabile scegliere di adottare un software gestionale. Ovviamente non è indispensabile dotarsi di un gestionale moderno e funzionale ma è consigliabile, in un’ottica di contenimento costi, miglioramento di processi aziendali e conservazione di dati.

  • Hai già un sistema gestionale? Se sì, quali aspetti non ti convincono?

Se hai già un sistema gestionale ma non sei soddisfatto, prima di procedere a cercarne uno nuovo è bene farsi qualche domanda ulteriore. Ma non solo, è necessario anche riflettere bene sui propri processi di business, scomponendo l’impresa e verificando dove si riscontrano falle. Se di per sé i processi sono farraginosi o poco chiari, il problema non risiede necessariamente nel gestionale ma è interno all’organizzazione dell’impresa stessa.

Fatto questo passaggio, è consigliabile individuare quali elementi del proprio software non funzionano o non ci sembrano adatti alla nostra tipologia di business e agire di conseguenza. Procedere tramite una ricerca, effettuare demo di prodotti nuovi e così via. Ma attenzione! È importante tenere a mente che, anche se parliamo sempre di software gestionali per imprese di pulizie, ognuno ha delle caratteristiche peculiari. Capire esattamente cosa si vuole e comunicarlo al nuovo fornitore sono due ottimi modi per avere il miglior prodotto possibile.

  • Come sono organizzati i tuoi processi di business?

Avere chiaro il funzionamento della propria azienda offre un’ottima base di partenza per l’adozione di un nuovo software gestionale. Non solo è più semplice comunicare quali personalizzazioni si desiderano ma risulta molto più semplice introdurre la nuova piattaforma all’interno dei vari settori. Inoltre è necessario stabilire, le priorità nei requisiti e coinvolgere i manager che andranno ad utilizzare materialmente il sistema.

  • Il modo in cui ti approcci è realistico?

Come ti approcci alla scelta, fa la differenza. Il nuovo software gestionale ERP dovrà lavorare a supporto della vostra impresa per molto tempo. è importante quindi fare delle valutazioni realistiche in merito alle funzionalità che deve avere. Ma non solo, è importante anche l’approccio di pensiero del fornitore: rilascia spesso nuove funzionalità o miglioramenti? È disponibile ed offre un sistema di supporto clienti avanzato e personalizzato? Tutti questi elementi devono essere centrali in fase di scelta. Il software non è l’unica caratteristica di cui tenere conto.

  • Chi utilizzerà il software in azienda?

Chi andrà materialmente ad utilizzare il software gestionale all’interno dell’impresa di pulizie? Quali reparti e quale tipologia di lavoratori? Con quali competenze e con quale livello di seniority? È molto importante non escludere i propri collaboratori in fase decisionale, saranno loro i veri utilizzatori del sistema.